Il Messico accoglie la riforma del gambling online

Qualcosa si muove in Messico sui tavoli verdi. Il settore del play d'azzardo subirà infatti una bella rinfrescata: la legge attuale è davvero vetusta ed è datata '47.

Il Partito Rivoluzionario Istituzionale, al governo in Messico, dovrebbe proporre una riforma complessiva del gioco d'azzardo, da presentare durante la nuova stagione legislativa.

Questo è ciò che si vocifera tra le varie agenzie, che hanno riportato la notizia nei giorni scorsi.
Secondo quanto abbiamo potuto apprendere, la proposta di legge che ha in mente il PRI sarebbe molto simile a quanto fatto di recente dal New Jersey, che ha regolamentato il gioco d'azzardo virtuale con un sistema di licenze ristrette a quegli operatori che prima devono vedersi approvare le proprie strutture terrestri.

Come nel New Jersey, quindi, i casinò messicani potrebbero stringere accordi di collaborazione con le controparti operanti nel settore del gioco virtuale.

E la proposta prevede anche delle misure contro il gioco d'azzardo minorile, il gioco d'azzardo compulsivo e naturalmente il riciclaggio di denaro, e prevede la creazione di una commissione nazionale sul gambling che dovrebbe funzionare più o meno come la nostra AAMS e che avrebbe dunque poteri di controllo, regolamentazione e gestione delle licenze.

La nuova normativa andrebbe così ad aggiornare l'emendamento del 2005 sulle leggi messicane riguardanti il gioco d'azzardo, che risalgono addirittura al '47.

0 commenti:

Posta un commento

 

Poker Notizie © 2013 | Designed by Tagamet for warts

IL GIOCO E' VIETATO AI MINORI DI ANNI 18. IL GIOCO PUO' CAUSARE DIPENDENZA. GIOCA RESPONSABILMENTE