WSOP: Bryan Campanello surclassa tutti nel Day 1


Il Day 1 del Main Event delle Wsop No-Limit Hold'em del 2019 al Rio All-Suites Hotel & Casino sarà da ricordare. Un totale di 1.335 iscritti si sono fatti sentire per il primo torneo di poker dell'anno, con 962 che hanno superato il primo giorno. Dopo cinque livelli di due ore, Bryan Campanello, il vincitore del braccialetto, è riuscito ad accumulare ben 417.500 in chips per sedersi tra i chip leader alla fine della giornata. Campanello ha incrementato i conteggi del livello 4 del giorno, facendo riverberare un full contro la scala di Broadway di un giocatore. Il vincitore del braccialetto d'oro Razz da $ 2,500 del 2013 è stato in grado di continuare la sua corsa verso uno dei migliori stack nella stanza entro la fine della giornata.

Anche una coppia di ex campioni del Main Event delle WSOP ha superato la prova, in quanto Qui Nguyen, il campione del Main Event WSOP 2016, ha costantemente superato il traguardo fino a raggiungere un totale di 180.500. Il campione del Main Event del 2003, Chris Moneymaker, è riuscito a superare 95.000 chips.

Altri giocatori che hanno attraversato il Day 1 e sono passati al Day 2ab sono Patrick Serda (216.700), Jared Bleznick (189.100), Jeff Lisandro (180.100), Alex Foxen (173.200), Faraz Jaka (174.100), Martin Kabrhel (164.500) , Jack Sinclair (153.800), Kelly Minkin (137.100), Billy Baxter (131.500), Brian Hastings (124.200), Elio Fox (73.400), Erik Seidel (57.400) e Stephen Chidwick (45.000).

Alla fine della serata non tutti si sono ritrovati con le fiches, dato che molti nomi importanti non sono riusciti a superarlo. Un'eliminazione di alto profilo si è verificata nel Livello 3, quando Liv Boeree si è ritrovata beccata per mano del suo fidanzato Igor Kurganov. Boeree ha avuto una risposta classica alla sua disfatta per mano di Kurganov, ma quest'ultimo è stato in grado di utilizzare quelle chip per superare la giornata con 129.100.

0 commenti:

Posta un commento

 

Poker Notizie © 2013 | Designed by Tagamet for warts

IL GIOCO E' VIETATO AI MINORI DI ANNI 18. IL GIOCO PUO' CAUSARE DIPENDENZA. GIOCA RESPONSABILMENTE