WSOP: bookmaker danno le quote per il tavolo finale

A Las Vegas saranno nove a giocare per un primo premio di dieci milioni di dollari. Sono i "November Nine", i finalisti del Main Event, il torneo più importante delle World Series of Poker 10 novembre, dopo la pausa estiva, annuncerà il nuovo campione del mondo di Texas Hold'em. E dove c'è concorrenza, ci sono naturalmente le quote dei bookmakers che danno la previsione sul tavolo finale.

Il favorito è un must Joryt van Hoof, un giovane olandese che incontrarsi con più chips di tutti, circa 38 milioni di euro. Su di lui si punta a 3.75 così come Mark Newhouse, che ha molti meno gettoni dell'avversario (26 milioni), ma può contare su una grande esperienza, perché per lui questo è il secondo tavolo finale consecutivo dopo quello dello scorso novembre. Citare 5,00 norvegese Felix Stephensen, che ha poco carriera in tornei live, ma una pila di 32,7 milioni di chip, quindi 7,50 è l'esperto Martin Jacobson per lui solo 14 milioni di gettoni, ma un tasso inferiore altro giocatore con più chips a disposizione, vedi Dan Sindelaar (8,00-21.000.000), o William Tonking (11,00-15.000.000).

Ottima anche la possibilità Andoni Larrabe (6,50, con 22 milioni) tifosissima Athletic Bilbao che ha giocato l'intero torneo con la parte superiore del basco lui e Billy Pappas (9,00 con 17,5 milioni), campione del mondo di calcio che cercherà di sfruttare anche nel poker. La quota più alta è per il giocatore con meno fiches di tutti, il brasiliano Bruno Politano, dal 13.00, che arriverà al tavolo con 12 milioni di chips.

0 commenti:

Posta un commento

 

Poker Notizie © 2013 | Designed by Tagamet for warts

IL GIOCO E' VIETATO AI MINORI DI ANNI 18. IL GIOCO PUO' CAUSARE DIPENDENZA. GIOCA RESPONSABILMENTE